Risparmio fotovoltaico: lo Scambio Sul Posto (SSP)

feb 19, 2014 Categoria: Impianti fotovoltaici


Facciamo chiarezza su uno dei punti fondamentali e, forse per alcuni, il più importante al fine di decidere se installare o meno un impianto fotovoltaico a casa propria: lo scambio sul posto (SSP).

Per molti di voi è il fattore primario in grado di farvi percepire il risparmio diretto che un impianto fotovoltaico può significare. Le domande più frequenti a cui rispondiamo sono: cos’è lo scambio sul posto? Quali sono i suoi vantaggi e quali gli svantaggi? Come si concilia con la detrazione fiscale? Qui di seguito risposte chiare ad ogni vostra domanda.

Definizione: lo scambio sul posto (SSP), disciplinato dall'Autorità per l'energia elettrica e il gas, è una particolare modalità di valorizzazione dell’energia elettrica che consente, al proprietario di un impianto, di immettere in rete l’energia elettrica prodotta dal suo impianto fotovoltaico per poi prelevarla in un momento differente da quello in cui avviene la produzione.

Due punti fondamentali:

1)Lo scambio sul posto prevede un contributo che viene calcolato in maniera abbastanza complessa sulla base di diversi parametri, che variano nel tempo come variano i prezzi dell’energia sul mercato elettrico. Per questo motivo è difficile quantificare esattamente a priori l’entità del contributo. Questo varia da caso a caso e dipende, oltre che dai prezzi correnti di mercato,  dalle quantità effettive di energia immessa e prelevata nella rete.

2) lo scambio sul posto non è un “incentivo”. Gli incentivi sono terminati a Luglio 2013. Lo scambio sul posto continua ed è tranquillamente cumulabile con la detrazione fiscale. Cioè oggi, per gli impianti domestici, è possibile installare il fotovoltaico usufruendo sia dello scambio sul posto che della detrazione fiscale al 50%. Le due forme di “agevolazione”, con i prezzi di oggi delle installazioni, sono tranquillamente equiparabili agli incentivi.

 

Funzionamento: quando l’impianto fotovoltaico produce energia grazie al sole, l’energia prodotta ha due possibili destinazioni: o viene direttamente auto-consumata nel momento stesso della produzione, oppure viene immessa in rete e conteggiata dal contatore di scambio. Se l’impianto fotovoltaico è dotato di un sistema di accumulo, allora l’energia ha una terza via ossia l’accumulo in batterie.

Quando l’impianto fotovoltaico non produce (per esempio durante una giornata buia o di pioggia), l’energia necessaria viene prelevata dalla rete elettrica e viene pagata normalmente attraverso le usuali bollette elettriche. Se l’impianto fotovoltaico è dotato di un sistema di stoccaggio, l’utente preleva in maniera prioritaria dalle batterie e solo quando queste sono scariche, preleverà dalla rete pagando in bolletta l’energia prelevata. Dunque abbiamo: da un lato l’energia immessa, dall’altro lato l’energia prelevata e sono questi due dati che determineranno il contributo dello scambio sul posto.

Possiamo dire che lo scambio sul posto è un rimborso, un contributo che ripaga l’utente per l’energia che ha immesso in rete. La forma della remunerazione non è la sola “vendita” dell’energia, ma è la vendita dell’energia più il rimborso di parte dei servizi di rete: distribuzione, dispacciamento, misura, ed alcuni oneri generali di sistema. Ovviamente non vengono rimborsate le imposte. Ciò significa che è un risparmio in bolletta a tutti gli effetti.

Oltre a questo c’è l’eventuale pagamento delle eccedenze. Queste si hanno se, alla fine dell’anno solare,  il totale dell’energia immessa è maggiore del totale dell’energia prelevata. Se, a seguito del conguaglio di fine anno, risultano delle eccedenze, queste vengono pagate e trattate ai fini fiscali come se fossero una vendita di energia. Il prezzo di vendita è il prezzo di mercato medio dell’anno precedente.

Ora che le idee sullo scambio sul posto sono più chiare siete pronti a valutare la convenienza o meno di installare un impianto fotovoltaico sul tetto della vostra casa e iniziare a risparmiare sin da subito.

 

Vuoi anche tu risparmiare con il fotovoltaico? Contatta T-Green e scopri come fare!

Torna al Blog
Inserisci un commento
T-Green si impegna a proteggere e rispettare la privacy degli utenti: le informazioni personali raccolte vengono utilizzate solo per amministrare gli account e fornire i prodotti e servizi richiesti. Gli utenti potrebbero essere contatti con suggerimenti su prodotti, servizi o altri contenuti che a nostro giudizio potrebbero interessare loro. Se si desidera essere contattati a questo scopo, selezionare una delle seguenti modalità di contatto:
Contattaci
Contattaci e prenota una visita gratuita e senza impegno