Risparmio fotovoltaico: tutti i costi e i benefici

gen 10, 2014 Categoria: Impianti fotovoltaici


Fotovoltaico: quali costi? E quali benefici? Costi e benefici del fotovoltaico determinano la buona riuscita dell’investimento: se i vantaggi sono nel complesso maggiori degli oneri il fotovoltaico si trasforma in un’operazione conveniente, altrimenti è meglio lasciar stare. Dove stà la difficoltà? La difficoltà sta proprio “e solo” qui: fare un piano più preciso possibile dei costi e stimare in maniera più realistica possibile i benefici che il fotovoltaico potrà procurare nel tempo al titolare dell’impianto. In altre parole, le domande da chiarire prima di decidersi sono: quanto mi costerà l’intera operazione? E quanto mi farà guadagnare nel tempo? In base alle risposte che si ottengono il fotovoltaico si trasformerà in un investimento più o meno conveniente. Due premesse sono importanti sul rapporto costi/benefici. Chiariamo subito un cosa: mettere il fotovoltaico è sempre un investimento, il problema è, semmai, in quanto tempo rientro dalle spese e per quanto tempo potrò beneficiare dei suoi vantaggi economici: un impianto dura 20-25 anni. Se rientro dai costi dopo 20 anni di funzionamento l’intera operazione non conviene. Se invece rientro dalle spese dopo 5 o 10 anni il “gioco vale la candela” e converrà realizzare il proprio impianto fotovoltaico. A queste, e solo a queste, condizioni il rapporto costi/benefici è ottimale e l’investimento è interessante. Se prima, con gli incentivi del conto energia, si poteva parlare di guadagni espliciti derivanti dalla produzione di energia fotovoltaica, oggi, senza più incentivi diretti, si parla di risparmio. Un impianto fotovoltaico installato sul tetto di casa produce energia elettrica pulita che potrò utilizzare al servizio diretto della mia abitazione. Questi sono i vantaggi dell’autoconsumo: auto consumando la ‘propria’ energia si riducono i prelievi di rete. Riducendo i prelievi di rete diminuisco, fino ad azzerare per alcuni periodi dell’anno, le bollette elettriche generando un risparmio. Il risparmio generato dall’autoproduzione/autoconsumo ripaga col tempo l’investimento. Non solo: tutta l’energia che non viene direttamente auto consumata, verrà immessa nella rete elettrica e verrà retribuita ai prezzi di mercato. I prezzi di mercato dell’energia sono variabili, ma ruotano mediamente intorno agli 0,09-0,10 €/kwh (attenzione che questi sono i prezzi del' “energia”, non della bolletta, perché in bolletta figurano numerose voci di costo che fanno lievitare il prezzo di acquisto dell’energia ad oltre il doppio del suo prezzo di mercato).

Vuoi sapere anche tu come risparmiare con il fotovoltaico? Contatta T-Green e scopri come fare!

Torna al Blog
Inserisci un commento
T-Green si impegna a proteggere e rispettare la privacy degli utenti: le informazioni personali raccolte vengono utilizzate solo per amministrare gli account e fornire i prodotti e servizi richiesti. Gli utenti potrebbero essere contatti con suggerimenti su prodotti, servizi o altri contenuti che a nostro giudizio potrebbero interessare loro. Se si desidera essere contattati a questo scopo, selezionare una delle seguenti modalità di contatto:
Contattaci
Contattaci e prenota una visita gratuita e senza impegno