Risparmiare sulla bolletta ENEL: 4 tecniche per tutti

ott 22, 2021 Categoria: Impianti fotovoltaici

Vuoi risparmiare sulla bolletta dell’Enel? Non è un’impresa impossibile, parola di T-Green. Anzi, puoi iniziare subito, mettendo in pratica queste 4 efficaci tecniche anti-spreco.

elettrodomestici casa


Risparmiare sulla bolletta Enel è possibile? Sì, e ci sono almeno in 4 modi per farlo:

Ti spieghiamo come, punto per punto.

Investendo in elettrodomestici ad alta prestazione energetica

Per legge, tutti gli elettrodomestici devono essere dotati di un’etichetta colorata che ne attesti la classe energetica, ovvero la capacità di efficienza energetica. Conoscere la classe energetica, infatti, è fondamentale, perché scegliendo un apparecchio ad alta prestazione energetica è possibile generare unnotevole risparmio sui consumi della bolletta.

Per esempio, la lavatrice è uno degli elettrodomestici più energivori che puoi trovare in casa. Per questo, dotarsi di una lavatrice ecologica con classe energetica A+++ permette di risparmiare sulla bolletta ENEL almeno 50 euro all’anno.

Le etichette possono raffigurare una lettera dalla A alla G, dove la A, con colore verde, identifica gli elettrodomestici più efficienti, mentre le lettere dalla D in poi, in rosso, vengono applicate agli apparecchi con prestazioni meno elevate.

Potresti inoltre incappare in etichettature come A+++, A++ e A+: queste rappresentano l’eccellenza dell’efficienza energetica. Infatti, investendo in un elettrodomestico di classe A++ si ottiene un risparmio del 21% sullo spreco di energia; con una classe A+++, invece, si raggiunge il 48%.

Sfrutta le fasce orarie Enel

Enel ha introdotto 3 diverse fasce orarie, alle quali corrispondono differenti costi relativi al consumo di energia elettrica. In realtà, vista la somiglianza tra 2 di esse, si parla generalmente di “tariffa bioraria”. Quali sono queste fasce?

  Dalle - alle Costo
F1
  • dalle 8.00 alle 19.00, dal lunedì al venerdì, escluse le festività
 Alto 
F2
  • dalle 7 alle 8 del mattino, e dalle 19 alle 23, dal lunedì al venerdì 
  • sabato, fino alle 23
Medio
F3
  • tra le 23 e le 7 ogni giorno
  • la giornata intera in occasione delle festività*
Basso

*(domeniche, 1 e 6 gennaio, 25 aprile, 1 maggio, 2 giugno, 15 agosto, 1 novembre, 8-25-26 dicembre)


Ora dovrebbe esserti più chiaro come risparmiare sulla bolletta Enel: sintetizzando, gli orari migliori per risparmiare energia sono quelli notturni e tutti i giorni festivi; è soprattutto in questi momenti che ti conviene utilizzare lavatrice, lavastoviglie, scaldabagno, ecc.

Video
Vuoi il parere di chi ha già installato il fotovoltaico?


Acquista un semplice ma utilissimo strumento

Per sfruttare la tariffa bioraria e risparmiare sulla bolletta anche quando non sei in casa oppure mentre dormi, puoi munirti di un valido aiutante: il timer elettrico. Con poche decine di euro, puoi infatti acquistare un temporizzatore che ti consenta di programmare l’accensione e l’utilizzo degli elettrodomestici.

Puoi collegarlo allo scaldabagno e agli altri apparecchi elettrici, e impostare l’ora in cui vuoi che si accendano. In questo modo, sei sicuro di usufruire della fascia Enel più conveniente in ogni situazione, che tu sia fuori casa per un weekend di vacanza con la famiglia o voglia semplicemente avviare la lavatrice nel cuore della notte, così da avere i panni pronti da stendere appena ti svegli.

Risparmiare sulla bolletta Enel in modo definitivo

Considerando che è previsto un costante aumento del prezzo dell’energia elettrica, una soluzione definitiva per tagliare i consumi e risparmiare sulla bolletta Enel è sicuramente installare un impianto fotovoltaico. Se si parla di risparmio, quale migliore intervento di un sistema che fornisce energia pulita a costo zero?

Un impianto fotovoltaico ti permette di ridurre i consumi fino all’80%: da un lato, puoi renderti indipendente dalla rete di distribuzione nazionale; dall’altro, puoi diventare tu stesso un fornitore di energia.

Gli impianti fotovoltaici più efficienti sono di 2 tipi, tradizionali e On grid:

  • Con gli impianti tradizionali sfrutti l’energia solare convertita in corrente alternata per alimentare tutti gli apparecchi elettrici. La consumi all’istante oppure puoi rivendere al distributore nazionale il surplus di energia prodotta (Scambio sul Posto).
  • Con quelli on grid, oltre allo scambio sul posto, puoi accumulare nelle batterie agli ioni di litio l’energia prodotta in eccesso ed utilizzarla nelle ore di buio, senza per altro dover aspettare la carica completa.


Non solo sarai autosufficiente, ma anche svincolato da qualsiasi tariffa oraria: ad esempio, grazie alle batterie al litio, utilizzare la lavatrice di giorno o di notte non inciderà in modo diversificato sulle tue spese.

Quiz
Quali sono le azioni migliori per aumentare il valore della tua casa?
Torna al Blog
Inserisci un commento
T-Green si impegna a proteggere e rispettare la privacy degli utenti: le informazioni personali raccolte vengono utilizzate solo per amministrare gli account e fornire i prodotti e servizi richiesti. Gli utenti potrebbero essere contatti con suggerimenti su prodotti, servizi o altri contenuti che a nostro giudizio potrebbero interessare loro. Se si desidera essere contattati a questo scopo, selezionare una delle seguenti modalità di contatto:
Contattaci
Contattaci e prenota una visita gratuita e senza impegno