Cosa fare quando la bolletta dell’energia elettrica è troppo alta?

mag 29, 2019 Categoria: Impianti fotovoltaici

La bolletta dell’energia elettrica è troppo alta? Le cause possono essere diverse: un conguaglio, un’offerta inadeguata al tuo profilo di consumo, l’inefficienza energetica della tua abitazione. Vediamole una a una, per aiutarti a scoprire dove sta l’inghippo e trovare la soluzione più adatta.

 

Cosa fare quando la bolletta dell’energia elettrica è troppo alta?

 

Bolletta energia elettrica troppo alta: probabile conguaglio?

Il primo motivo per cui la tua bolletta dell’energia elettrica è troppo alta potrebbe essere un conguaglio.

 

Il conguaglio è una fattura che incassa il costo dei consumi realmente effettuati

 

Il conguaglio avviene se il fornitore dell’energia elettrica ti ha fatto pagare per i consumi “presunti” invece che per i consumi “effettivi”: i consumi presunti vengono stimati in base ai consumi dell’anno precedente, e possono essere inferiori o superiori rispetto ai consumi reali dell’anno corrente. Nel caso i consumi effettivi siano superiori, il conguaglio serve al fornitore per “riprendersi” i soldi che gli devi, perché, in sostanza, ti ha fatto pagare meno di quanto dovevi.

 

Cosa fare se il conguaglio è sbagliato

Può succedere che il conguaglio a tuo carico sia frutto di un errore – siamo umani! – e che tu debba ricorrere a un reclamo ufficiale per avere indietro i tuoi soldi. Il reclamo dovrà essere scritto, indicante nome, cognome, indirizzo di residenza, codice cliente, codice POD, spiegazione del problema e numero della bolletta. Dovrai inviarlo alla società che si occupa della fornitura dell’energia, tramite raccomandata. Se hai già pagato la bolletta incriminata, allega anche la ricevuta di pagamento.

 

Cosa fare quando la bolletta dell’energia elettrica è troppo alta


Se invece il conguaglio è giusto…

Se, invece, ti accorgi che il conguaglio è corretto, l’unico modo per evitare un’altra bolletta dell’energia elettrica troppo alta in futuro è fare l’autolettura dei tuoi consumi.

 

L’autolettura consiste nel fare in autonomia la lettura del contatore e comunicarla al fornitore nel tempo prestabilito

 

L’autolettura è necessaria nei casi in cui il contatore sia ancora vecchio stampo, e non consenta la telelettura a distanza. Se è questo il tuo caso, arrenditi: per evitare di pagare bollette troppo salate, devi imparare a leggere il contatore e a comunicare con regolarità il tuo consumo reale.

Ecco come:

  • Controlla sulla bolletta qual è il periodo di tempo stabilito per l’autolettura
  • Controlla sul display del contatore i kWh o i m3 consumati fino a quel momento
  • Segna il tuo codice cliente
  • Contatta il fornitore tramite telefono, email, web o sms.

Quando arriva la bolletta, non dimenticarti di controllare che i consumi dichiarati siano uguali a quelli che avevi rilevato.

 

Bolletta energia elettrica troppo alta: offerta inadeguata?

Non sempre la bolletta dell’energia elettrica troppo alta è colpa di un conguaglio: a volte, la causa è un’offerta inadeguata al tuo profilo di consumo.

Per esempio: hai ancora una tariffa monoraria ma usi quasi sempre l’energia elettrica la sera o la mattina presto? Ti conviene allora passare a una tariffa bioraria, ossia un’offerta che preveda prezzi dell’energia elettrica diversi nei diversi momenti della giornata. La tariffa bioraria, infatti, divide la giornata in fasce orarie (F1, F2 e F3): in F1, l’elettricità costa più in assoluto, in F2 un po’ meno, in F3 meno in assoluto.

 

Risparmiare bolletta luce
Ricevi il nostro ebook gratuito
Scopri come abbattere le tue bollette dell'80% con il fotovoltaico

Bolletta energia elettrica troppo alta: inefficienza energetica?

Se non c’è alcun conguaglio, e già hai un contratto perfetto per le tue abitudini di consumo, allora perché la tua bolletta dell’energia elettrica è troppo alta? Un’altra causa potrebbe essere l’inefficienza energetica: elettrodomestici divora-corrente, dispersioni di energia, abitudini scorrette.

Ecco 3 modi per verificare l’efficienza energetica della tua casa:

  1. Confronta le bollette attuali con quelle dell’anno prima: i consumi sono aumentati? Di quanto? Se sono aumentati molto, significa che c’è qualcosa – o qualcuno! – che sta consumando troppo.
  2. Compra un contatore portatile, un misuratore di energia elettrica: è un piccolo dispositivo che indica esattamente il consumo dei tuoi elettrodomestici espresso in kWh e che offre un monitoraggio costante degli impianti e del carico elettrico.
  3. Rivedi le tue abitudini. Spesso, sono le abitudini scorrette a causare bollette dell’energia elettrica troppo alte! Elettrodomestici in stand-by, luci sempre accese, uso smodato di lavastoviglie e lavatrice, elettrodomestici in classe C/D/E/F, stufette elettriche ecc. Piccoli dettagli che provocano consumi smisurati.

Tutte e tre sono strategie vincenti per abbattere i consumi; nonostante ciò, la tua dipendenza dall’ente fornitore non verrà mai meno e continuerai a ricevere bollette, anche se più leggere.

 

Sapevi che esiste anche un modo per liberarti per sempre dall’incubo delle bollette? E per auto-produrre tutta l’energia elettrica di cui hai bisogno? Scarica il nostro e-book: scopri la rivoluzione dell’impianto fotovoltaico.

 

Risparmiare bolletta luce
Ricevi il nostro ebook gratuito
Scopri come abbattere le tue bollette dell'80% con il fotovoltaico
Torna al Blog
Inserisci un commento
T-Green si impegna a proteggere e rispettare la privacy degli utenti: le informazioni personali raccolte vengono utilizzate solo per amministrare gli account e fornire i prodotti e servizi richiesti. Gli utenti potrebbero essere contatti con suggerimenti su prodotti, servizi o altri contenuti che a nostro giudizio potrebbero interessare loro. Se si desidera essere contattati a questo scopo, selezionare una delle seguenti modalità di contatto:
Contattaci
Contattaci e prenota una visita gratuita e senza impegno