Tutti i metodi per risparmiare sulla corrente elettrica in casa

mag 19, 2022 Categoria: Fotovoltaico residenziale

Sono numerosi gli accorgimenti che è possibile adottare per risparmiare sulla corrente in casa. L’ideale sarebbe prevedere l’installazione di un impianto fotovoltaico in grado di coprire il tuo fabbisogno energetico giornaliero di elettricità. Ci sono tanti altri modi per risparmiare, però. Scoprili con T-Green!

risparmiare-energia-in-casa


In questo articolo, vedremo i metodi più efficaci per risparmiare sulla corrente di casa. In particolare:

Quali sono le voci in bolletta che ostacolano maggiormente il risparmio sulla corrente?

Il settore residenziale assorbe da solo la metà dell’intero consumo energetico europeo ed è responsabile, ogni anno, del 36% delle emissioni di CO2 del continente. È nostro obbligo, quindi, stare attenti a come consumiamo l’energia elettrica.

Per capire come risparmiare sulla corrente, prima di tutto, è importante saper leggere la bolletta, e in particolare le voci che maggiormente impattano sul prezzo da pagare. Stiamo parlando di:

  • IVA e accise, che rientrano nella categoria delle imposte.
  • il trasporto dell’energia elettrica attraverso la rete di distribuzione fino alla tua abitazione, che rientra nei servizi di rete. Il costo del trasporto comprende anche gli oneri imposti dalla legge.
  • i costi dell’elettricità, della sua gestione e commercializzazione, che rientrano nei servizi di vendita. Si tratta delle attività con cui il gestore compra e rivende l’energia elettrica.
  • infine, gli oneri di sistema, ovvero gli importi destinati a coprire i costi di attività di interesse generale per il sistema elettrico.

Purtroppo, si tratta di voci su cui non è possibile ottenere risparmio sulla corrente, perché sono prezzi stabiliti dalla legge e dal gestore di energia elettrica. Per dare un taglio al costo dell’energia, è necessario agire sui prezzi variabili, ovvero sui consumi effettivi.

Come? Con qualche semplice accorgimento.

Tutti i metodi per risparmiare sulla corrente


1. Scegliere elettrodomestici con classe energetica alta

Gli elettrodomestici con classe energetica alta sono quelli che possiedono l’indicazione di classe da A+ ad A+++ sulla loro etichetta. Significa che questi apparecchi offrono prestazioni ottimali e consumi bassi (tra il 25 e il 45%), aiutandoti a risparmiare sulla corrente.

Questo perché con una classe energetica alta si riducono i watt necessari per il funzionamento degli elettrodomestici. Si tratta in molti casi di soluzioni nuove sul mercato: è risaputo che gli apparecchi più vecchi non funzionano in modo così ottimale e anzi sono maggiormente energivori.

L’efficientamento dei consumi, quindi, è strettamente legato ai dispositivi ad alto rendimento energetico. Sostituire gli elettrodomestici ad alto consumo è il primo e più importante passo per risparmiare sulla corrente.

La spesa iniziale può sembrare consistente, ma potrai ricoprire l’investimento grazie al risparmio ottenuto.

2. Ottimizzare gli sprechi degli elettrodomestici

Oltre ad adottare elettrodomestici di classe energetica alta, ci sono alcuni accorgimenti da tenere in considerazione riguardo al loro utilizzo. Per esempio:

  • frigorifero: come uno dei maggiori responsabili degli sprechi di energia in casa, l’uso del frigorifero può essere ottimizzato evitando di aprire troppo spesso e per troppo tempo l’anta, e posizionandolo a distanza sia dal forno sia dal muro.
  • lavastoviglie: ricordati di sciacquare piatti e posate prima di inserirli, in modo da preservare il filtro dell’elettrodomestico ed evitare di dover ricorrere a una modalità di lavaggio più intensa. Potrai inoltre risparmiare sulla corrente per il 45% circa riducendo il ciclo di lavaggio ed evitando che le stoviglie si asciughino con aria calda.
  • forno elettrico: evita di aprirlo frequentemente quando è in funzione, per evitare la dispersione di calore e che l’apparecchio debba aumentare i consumi per raggiungere nuovamente la temperatura ottimale; inoltre, scegliere la modalità ventilata può aiutare a risparmiare sulla corrente senza compromettere la cottura delle tue pietanze.
  • lavatrice: puoi scegliere di fare la lavatrice la sera, per risparmiare sulla corrente, sfruttando le fasce orarie con costo ridotto, oppure utilizzare una temperatura dell’acqua massima di 40°C riempiendo il carico fino al peso massimo consentito dal tuo apparecchio.
  • asciugatrice: d’estate non è necessario utilizzarla, puoi stendere i panni al sole e lasciarli asciugare efficacemente; d’inverno, invece, puoi risparmiare sulla corrente controllando che il bucato sia ben centrifugato e che non trattenga acqua in eccesso, il che può rallentare il processo di asciugatura.
  • condizionatore: non accenderlo se in casa ci sono finestre o porte aperte, altrimenti sarà più difficile ottenere la temperatura desiderata e la frescura si disperderà più difficilmente. Inoltre, spegnilo sempre quando esci!

Ove possibile, per ottimizzare ulteriormente l’uso degli elettrodomestici in casa e ottenere maggiore risparmio sulla corrente, è importante utilizzare programmi ecologici, che offrono prestazioni efficienti aiutandoti al tempo stesso a ridurre i consumi di elettricità.

Vuoi conoscere i modi più efficaci per risparmiare sulla corrente? Chiedilo a T-Green!

Contattaci
Contattaci per avere maggiori informazioni


3. Adottare dispositivi smart che riducono i consumi in standby

Si stima che circa il 75% dei consumi in casa sia imputabile ai “carichi fantasma”. Che cosa sono? Si tratta di tutti quei dispositivi che, essendo collegati alla corrente, rimangono costantemente accesi, anche se in stand-by. Ciò comporta uno spreco di energia inutile!

Ovviamente sugli elettrodomestici non è possibile agire in questo senso, ma per quanto riguarda tutti i dispositivi come televisori, computer, lampade, telefoni fissi, caricatori, stampanti, diffusori elettrici e simili il risparmio sulla corrente si ottiene staccando le loro spine in caso di non utilizzo.

Ciò può creare un problema, perché spesso e volentieri sono numerosissimi i dispositivi da scollegare. La soluzione? Ce ne sono due:

  • utilizzare prese multiple della corrente, per spegnere contemporaneamente tutti i dispositivi e risparmiare nell’immediato.
  • ricorrere a sistemi di gestione degli apparecchi di casa, come la domotica: con un impianto di smart house, è possibile controllare che tutte le luci siano siano spente, che gli elettrodomestici non siano in funzione, e avere sotto controllo diversi aspetti della tua casa anche da remoto.

4. Utilizzare lampadine a basso consumo

Sono le luci di casa il maggior ostacolo al risparmio sulla corrente? Visto che l’illuminazione domestica costituisce il 10-15% del costo in bolletta, spegnerle assiduamente può non bastare. Per questo, puoi decidere di comprare lampadine a basso consumo energetico.

Le lampadine tradizionali sono troppo energivore, e in commercio esistono soluzioni molto più sostenibili. Prendi ad esempio le lampadine LED: garantiscono un’illuminazione più che efficace degli ambienti e offrono un risparmio sulla corrente di circa il 90%.

Senza contare che i dispositivi LED sono un investimento incredibile in fatto di illuminazione, perché a fronte di costi convenienti (seppur superiori alle lampadine tradizionali) garantiscono un ciclo di vita di almeno 20 anni e affaticano notevolmente meno gli occhi.

5. Approfittare il più possibile dell’illuminazione naturale

Sempre riguardo l’illuminazione, puoi ottenere un risparmio sulla corrente maggiore approfittando ove possibile della luce naturale. Vivere gli ambienti della casa maggiormente esposti alla luce solare nel quotidiano significa di conseguenza ricorrere meno all'elettricità.

Già in fase di progettazione di casa tua puoi pensare di realizzare ampie finestre e lucernari esposti a sud, che consentono di sfruttare al massimo la luce esterna, soprattutto nelle ore diurne e nei periodi estivi dove le giornate sono più lunghe.

illuminazione-naturale-per-risparmiare-energia

 

6. Controllare la tariffa bioraria

Risparmiare sulla corrente significa anche scegliere l’orario più adatto per far funzionare i tuoi elettrodomestici. Per capirlo, ti basterà consultare la tua bolletta della luce, individuando in quali fasce orarie li utilizzi maggiormente.

Scegliendo una tariffa bioraria, infatti, potrai avviare i tuoi elettrodomestici:

  • in settimana, dalle 19 di sera alle 7 del mattino
  • nei fine settimana durante qualsiasi orario
  • nei giorni festivi durante qualsiasi orario

7. Installare un impianto fotovoltaico

Infine, una delle soluzioni più efficaci per risparmiare sulla corrente è installare un impianto fotovoltaico sul tetto di casa tua. I pannelli fotovoltaici, infatti, consentono di trasformare l’energia solare in elettricità per alimentare la tua intera abitazione.

Si tratta di energia gratuita e pulita, che non produce alcun impatto sull’ambiente. I benefici principali del fotovoltaico, quindi, riguardano:

  • i tagli in bolletta
  • il rispetto del nostro pianeta
  • la riduzione dei consumi

Ovviamente, il costo iniziale di installazione può essere consistente, ma è possibile recuperarlo nel giro di alcuni anni grazie al risparmio garantito sulla corrente. Il tempo di rientro può essere ulteriormente accorciato aderendo alle agevolazioni messe a disposizione dallo Stato.

Scopri gli incentivi che ti permettono di installare un impianto fotovoltaico e di risparmiare sulla corrente!

Ebook
Ricevi la nostra Guida agli incentivi 2022
Torna al Blog
Inserisci un commento
T-Green si impegna a proteggere e rispettare la privacy degli utenti: le informazioni personali raccolte vengono utilizzate solo per amministrare gli account e fornire i prodotti e servizi richiesti. Gli utenti potrebbero essere contatti con suggerimenti su prodotti, servizi o altri contenuti che a nostro giudizio potrebbero interessare loro. Se si desidera essere contattati a questo scopo, selezionare una delle seguenti modalità di contatto:
Contattaci
Contattaci e prenota una visita gratuita e senza impegno