Le linee guida del Decreto 34/2020. Il superbonus e i 3 requisiti fondamentali

mag 22, 2020 Categoria: Impianti fotovoltaici

Ecco le linee guida del D.L. 34/2020 (c.d. Decreto “Rilancio”) che regolano gli incentivi per efficientamento energetico (Art. 119-121-122):

  • È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 19.5.2020;
  • si applica per spese sostenute dal 1/7/20 al 31/12/21;
  • riguarda lavori invasivi di efficientamento energetico della casa;
  • comporta il recupero del 110% in 5 anni come detrazione fiscale, cedibile a banca o fornitore;
  • interessa solo le abitazioni principali (1° casa);
  • l’agevolazione è subordinata alla rinuncia di qualsiasi incentivazione diversa, compreso lo Scambio Sul Posto (SSP) riguardo l’energia ceduta in rete, quindi l’energia prodotta del fotovoltaico potrà essere utilizzata solo ed esclusivamente tramite l’autoconsumo immediato (no “vendita” dell’energia);
  • dal giorno di pubblicazione del decreto l’Agenzia delle Entrate ha tempo 30 gg per definire le modalità di esecuzione di tale agevolazione. Siamo in attesa di aggiornamenti.

 

Per accedere al 110% gli interventi sulla sua casa devono riguardare:

 

a) Interventi di isolamento termico (cappotto) con un incidenza minima del 25% della superficie disperdente, spesa massima 60.000€

b) Sostituzione di impianti di riscaldamento/climatizzazione con pompe di calore o caldaie a condensazione almeno di classe A con spesa massima di 30.000€

 

NB: l’aliquota prevista si applica anche a tutti gli altri interventi di efficientamento energetico purché abbinati ad almeno uno dei precedenti interventi. Qui possiamo trovare la realizzazione di un impianto fotovoltaico con o senza accumulatore. La spesa massima prevista è di 48.000 €, con un tetto max di 2.400€/kW in caso di sola riqualificazione energetica e di 1.600€/kW in caso di ristrutturazione edilizia. È di 1.000€/kW il massimale per il sistema di accumulo.

 

I 3 requisiti fondamentali per usufruire del superbonus:

 

  • Hai in programma importanti lavori invasivi da fare alla tua casa;

 

  • Gli interventi che hai in programma assicurano il miglioramento di almeno due classi energetiche, ovvero la classe energetica più alta. Da dimostrare mediante l’Attestato di Prestazione Energetica (APE) con relativa relazione dettagliata, eseguita da tecnico abilitato. Le attestazioni devono essere due: una prima dai lavori ed una dopo;

 

  • Hai il visto di conformità rilasciato dal commercialista o dal CAF che attesti la possibilità di usufruire dell’agevolazione (in attesa di aggiornamenti sulle modalità e i criteri espressi dall’Agenzia delle Entrate).

 

Se i 3 requisiti qui sopra elencati sono tutti soddisfatti, puoi procedere ad inviarci l’Attestato di Prestazione Energetica (APE) con la relativa relazione tecnica in cui compare l'elenco degli interventi che devi attuare per il raggiungimento delle due classi energetiche. In questo modo potremo farti avere la nostra proposta per quanto riguarda l'impianto fotovoltaico con il sistema di accumulo.

Se, invece, i 3 requisiti non fanno al tuo caso puoi tranquillamente decidere di acquistare l'impianto fotovoltaico, mantenendo attiva la convenzione di Scambio Sul Posto ed usufruendo della "normale" detrazione fiscale del 50% in 10 anni.

Inserisci un commento
T-Green si impegna a proteggere e rispettare la privacy degli utenti: le informazioni personali raccolte vengono utilizzate solo per amministrare gli account e fornire i prodotti e servizi richiesti. Gli utenti potrebbero essere contatti con suggerimenti su prodotti, servizi o altri contenuti che a nostro giudizio potrebbero interessare loro. Se si desidera essere contattati a questo scopo, selezionare una delle seguenti modalità di contatto:
Contattaci
Contattaci e prenota una visita gratuita e senza impegno