Guida agli elettrodomestici a basso consumo energetico

giu 09, 2022 Categoria: Fotovoltaico residenziale

Gli elettrodomestici a basso consumo energetico sono alleati di fiducia del risparmio economico e del rispetto dell’ambiente. Grazie ai loro sprechi ridotti, infatti, ti possono aiutare a ridurre il peso della bolletta elettrica! Scopri di quali apparecchi stiamo parlando in questo articolo.

elettrodomestici-a-basso-consumo


Ecco gli argomenti che affronteremo:

Elettrodomestici a basso consumo energetico: cosa significa?

A occhio nudo, può sembrare che i diversi modelli di elettrodomestici esistenti sul mercato operino nello stesso modo. In realtà non è così. Bisogna infatti distinguere gli elettrodomestici a basso consumo energetico da quelli, invece, più energivori. Di che cosa stiamo parlando?

Gli elettrodomestici a basso consumo sono apparecchi che ottimizzano l’utilizzo di energia durante il loro funzionamento, riducendo gli sprechi e i consumi. Solitamente si tratta di modelli recenti, e li puoi riconoscere perché sono etichettati con una classe energetica alta, dalla A alla A+++.

In sostanza, questi apparecchi e la loro etichettatura consentono un utilizzo più consapevole dell’energia elettrica e aprono a diverse possibilità di risparmio degli sprechi e dei costi. Per alleggerire la bolletta, investire nel loro acquisto è una soluzione da tenere in considerazione!

Quali sono gli elettrodomestici con un più alto consumo energetico?

Lavatrice

Sicuramente, la lavatrice è uno degli apparecchi che richiedono un alto quantitativo di energia per essere alimentati. Per scegliere l’elettrodomestico a basso consumo migliore, però, ti viene in aiuto l’etichetta dell’efficienza energetica.

Qui, infatti, vengono indicate l’efficienza di lavaggio nonché quella di asciugatura, due fattori che sono strettamente legati alle prestazioni di consumo della lavatrice. Oltre a ciò, troverai:

  • il consumo stimato
  • il carico massimo
  • i diversi programmi di lavaggio (dove potrai scegliere anche la modalità ECO)
  • la rumorosità, espressa in decibel

Con un modello recente di lavatrice con classe A, otterrai un elettrodomestico a basso consumo che non deve ricorrere alla resistenza interna per scaldare l’acqua per il lavaggio.

Lavastoviglie

Anche la lavastoviglie contribuisce a consumare una grande quantità di elettricità in casa. Sono ormai diffusissimi però modelli più sostenibili, che portano questo elettrodomestico ad avere un basso consumo energetico.

A parità di prestazioni, quindi, una lavastoviglie con classe superiore alla A è ciò che ti serve per ridurre il ricorso alla rete elettrica e alleggerire i costi in bolletta. Ciò avviene grazie ai lavaggi a basse temperature e ai funzionamenti a pieno carico, per un’ottimizzazione ulteriore.

Sull’etichetta del consumo energetico, questo elettrodomestico riporta:

  • il consumo stimato in kWh/anno, calcolato su un numero specifico di lavaggi
  • il livello di consumi in stand-by
  • la capacità di carico
  • i programmi disponibili
  • la rumorosità

lavastoviglie


Frigorifero

Sapevi che anche il frigorifero è uno degli apparecchi più energivori? Altro che elettrodomestico a basso consumo! Insieme al congelatore, contribuisce infatti al 25% dei costi della bolletta della luce!

Per questo, verificare l’etichetta della classe energetica è fondamentale: qui troverai le informazioni sui:

  • consumi annui di kWh
  • capienza espressa in litri
  • rumorosità

Per scegliere il modello più adatto per la tua cucina, considera quindi quanti siete in casa e quanto cibo fresco hai bisogno di conservare.

Per trovare l’elettrodomestico a basso consumo perfetto, invece, controlla che l’apparecchio abbia:

  • una funzione ecosostenibile
  • una funzione di sbrinamento automatico (no-frost)
  • un buon isolamento
  • una classe energetica superiore alla A

Se ti servono maggiori informazioni su come ottimizzare i consumi in casa, non esitare a contattarci!

Contattaci
Contattaci per avere maggiori informazioni


Forno

Anche il forno rientra negli apparecchi che contribuiscono ad appesantire la bolletta. Essendo molto energivoro a causa del calore che crea al suo interno (in media consuma più di 2000 watt), è importante scegliere accuratamente il modello più sostenibile.

Esistono infatti forni:

  • a gas, più economici ma ad alto consumo energetico
  • elettrici, più costosi ma con un consumo energetico inferiore

Investire in un forno elettrico, quindi, è la scelta più sostenibile, perché se anche la spesa iniziale è maggiore, il risparmio dei consumi che ne deriva è superiore rispetto agli apparecchi tradizionali.

Condizionatore

Infine, il tanto temuto condizionatore. Amato durante la calda stagione, è proprio nei mesi estivi che gonfia la bolletta della luce maggiormente. Per ottimizzare sprechi e costi, quindi, è bene tenere a mente anche questo apparecchio.

L’elettrodomestico a basso consumo energetico che cerchi deve essere in grado di rendere efficiente l’intero processo di raffrescamento della casa e, al tempo stesso, di riscaldamento durante l’inverno. Inoltre, deve poter offrire diversi programmi di utilizzo, per esempio la funzione ECO o la funzione notturna che, al raggiungimento di una certa temperatura, interrompe la fuoriuscita d’aria.

Quindi, sull’etichetta della efficienza energetica, troverai:

  • le indicazioni dei livelli di consumo
  • la classe energetica EER/COP, che identifica l’efficienza di raffreddamento e di riscaldamento dell’elettrodomestico a cui si riferisce

condizionatore


Come scegliere la classe degli elettrodomestici per un consumo energetico inferiore

La classe energetica è una classificazione stabilita dall’Unione Europea che serve per individuare i livelli di consumo in kilowatt di un elettrodomestico. Tutti gli apparecchi devono per legge mostrare la loro etichetta, categorizzata secondo un sistema di lettere.

Un elettrodomestico, quindi, può andare dalla classe A+++, con un basso consumo energetico, alla classe G, dove i consumi sono tutt’altro che ottimizzati. Oltre alle lettere, la classe energetica è affiancata da una scala di colori: gli elettrodomestici a basso consumo hanno una colorazione verde, quelli ad alto consumo sono invece rossi.

Per scegliere elettrodomestici a basso consumo, quindi, tieni in considerazione gli apparecchi più vecchi e meno efficienti che hai in casa, e considera di sostituirli con modelli a classe energetica alta.

In questo modo, investirai non solo nella riduzione dei costi relativi all’energia (elettrica o gas) ma anche dell’impatto dei tuoi consumi sull’ambiente.

Il fotovoltaico ed elettrodomestici a basso consumo energetico: l’accoppiata perfetta

Infine, devi sapere che, per alimentare gli apparecchi elettrici di casa tua ad alta classe energetica, c’è un'altra soluzione che può aiutarti a diminuire ulteriormente i consumi e a ottenere risparmi notevoli nell’immediato: si tratta del fotovoltaico.

Con un impianto fotovoltaico installato sul tuo tetto, potrai produrre elettricità in modo autonomo a partire dall’energia solare, che è pulita e gratuita. Così facendo, ridurrai le emissioni di CO2 nell’aria e contribuirai a promuovere un approccio sostenibile ed efficace.

Questo renderà la tua casa più green e indipendente! Scegliendo i pannelli con la potenza più ideale al tuo fabbisogno, potrai alimentare gli elettrodomestici a basso consumo e, se deciderai di adottare un sistema di accumulo, conservare l’energia in surplus da riutilizzare nei momenti di maggiore bisogno.

Come per gli elettrodomestici a basso consumo energetico, anche il fotovoltaico può richiedere una spesa consistente, che però potrai ammortizzare grazie ai numerosi incentivi fiscali previsti a livello nazionale dallo Stato.

Sei interessato a installare un impianto fotovoltaico? Scopri tutte le agevolazioni di cui puoi godere!

Ebook
Ricevi la nostra Guida agli incentivi 2022
Torna al Blog
Inserisci un commento
T-Green si impegna a proteggere e rispettare la privacy degli utenti: le informazioni personali raccolte vengono utilizzate solo per amministrare gli account e fornire i prodotti e servizi richiesti. Gli utenti potrebbero essere contatti con suggerimenti su prodotti, servizi o altri contenuti che a nostro giudizio potrebbero interessare loro. Se si desidera essere contattati a questo scopo, selezionare una delle seguenti modalità di contatto:
Contattaci
Contattaci e prenota una visita gratuita e senza impegno