Fotovoltaico: l’autoconsumo è la vera conquista!

ago 26, 2019

Se ti stai chiedendo cosa voglia dire autoconsumo, come ottenerlo e come mantenere alte le prestazioni di un impianto fotovoltaico, continua a leggere: scoprirai tutto ciò che c’è da sapere sul delicato tema “fotovoltaico e consumo”.

 

 

Quando si parla di fotovoltaico, autoconsumo significa utilizzare in proprio l’elettricità auto-prodotta: se produci tot energia, e la consumi subito, stai auto-consumando; ma anche se produci tot energia, ne consumi una parte e ne immagazzini un’altra parte nelle batterie di accumulo, stai auto-consumando.

L’autoconsumo è il vero motivo per cui si installa un fotovoltaico: la differenza tra il risparmio di Tizio e quello di Caio sta nella percentuale di autoconsumo. Il vero traguardo, però, è l’autoconsumo totale.

Come funziona il fotovoltaico? E l’autoconsumo?

Come forse saprai, un impianto fotovoltaico è fatto da un set di elementi necessari: i moduli fotovoltaici sul tetto, i cavi elettrici, un inverter che trasforma corrente continua in corrente alternata, i quadri elettrici che gestiscono il flusso di corrente, i contatori e, negli impianti con accumulo, le batterie.

 

 

Quando l’energia solare viene captata dai moduli, viene trasformata in corrente continua; la corrente continua corre fino all’inverter, che la converte – appunto – in corrente alternata, utilizzabile dalle utenze di casa. A quel punto, l’energia elettrica prodotta può seguire destini diversi:

  • Se la casa (elettrodomestici, illuminazione, ecc.) richiede elettricità in quell’istante, l’energia viene consumata immediatamente = autoconsumo immediato.
  • Se l’impianto ha prodotto più energia di quella necessaria, il surplus viene re-immesso in rete tramite il meccanismo dello Scambio sul Posto.
  • Se l’impianto ha prodotto un surplus, e hai saggiamente scelto un fotovoltaico con accumulo, l’energia sovrabbondante viene accumulata nelle batterie e può essere utilizzata successivamente = autoconsumo differito.

Meglio un fotovoltaico con autoconsumo differito o lo Scambio sul Posto?

È chiaro che, se non hai né la predisposizione allo SSP né batterie di accumulo, o utilizzi subito l’energia prodotta oppure il surplus andrà perso; ma soluzioni di questo tipo, fortunatamente, non vengono più proposte né realizzate.

Lo SSP è un’ottima soluzione: ti permette di salvare l’energia in surplus, non per auto-consumarla ma per rivenderla al GSE. La scelta più conveniente e lungimirante, però, è sicuramente l’impianto con accumulo.

Questo per due motivi:

  1. Lo Scambio sul Posto non ti libera dalla dipendenza dal gestore energetico. Continuerai comunque a pagare per l’energia prelevata, e il suo costo sarà sempre maggiore rispetto al prezzo dell’energia immessa in rete da te. Con un impianto con accumulo, invece, puoi raggiungere l’autoconsumo totale cioè produrre da te tutta l’energia di cui hai bisogno.
  2. Per sfruttare a pieno lo SSP e ottimizzare l’autoconsumo immediato, devi modificare le tue abitudini – cambiare l’orario in cui solitamente usi gli elettrodomestici e attivi lavastoviglie o lavatrice, ad esempio. Con un impianto con accumulo, invece, non devi cambiare nessuna abitudine, e potrai continuare a tenere acceso il condizionatore di notte durante l’estate! Per alimentare questi apparecchi quando il sole è calato, sfrutti infatti l’energia che hai accumulato durante il giorno nelle batterie.

Solo con un impianto con accumulo, quindi, ottieni il massimo dal tuo fotovoltaico: autoconsumo totale e comfort senza uguali.

 

Video
Vuoi il parere di chi ha già installato il fotovoltaico?

 

Inserisci un commento
T-Green si impegna a proteggere e rispettare la privacy degli utenti: le informazioni personali raccolte vengono utilizzate solo per amministrare gli account e fornire i prodotti e servizi richiesti. Gli utenti potrebbero essere contatti con suggerimenti su prodotti, servizi o altri contenuti che a nostro giudizio potrebbero interessare loro. Se si desidera essere contattati a questo scopo, selezionare una delle seguenti modalità di contatto:
Contattaci
Contattaci e prenota una visita gratuita e senza impegno